JE SUIS KEVIN

Dai una festa a casa tua, ti diverti, fai due chiacchiere e bevi un pochino più del dovuto che tanto mica devi guidare.


A una certa ora vai in camera tua e nel tuo letto, ci trovi un ragazzo/a carino/a che sta guardando la tv. 

Opzione 1 (sei un personaggio della serie Mork e Mindy): gli/le chiedi la carta d'identità e nel frattempo chiami un taxi che lo/la riportarti a casa

Opzione 2 (sei normale): nella tua testa è già partita la colonna sonora di “Momenti di gloria” e…
…Tenti il limone.


Lui/lei  scappa via perché la vita è una merda e la gente di più e veramente pensava di guardarsi in santa pace  Cartoon Network nel tuo letto senza alcun retropensiero.

Tu vai a dormire pensando che anche a sto giro ti è andata buca ma, hai solo 26 anni e tutto il tempo per saltare altri fossi alla lunga e domani è un altro giorno.

 

Domani forse ma, sicuramente, trent'anni dopo, sei solo uno stronzo.


Quel ragazzo/a carino/a  racconta ai media che all'epoca dei (non) fatti aveva 14 anni e tu, maggiorenne, ci hai provato con lui/lei mentre guardava Lo straordinario mondo della Pimpa.
Ti scusi sui social.

Ma lo fai così male che fai incazzare tutti, gay, etero, trans brasiliani e panda tibetani compresi perché anche per fare coming out c’è un protocollo da rispettare  e parole da (non) usare.

 
Un fallimento su tutta la linea e per tutti sei una persona orribile.

 

Ti cancellano dalle serie tv di cui sei protagonista e rifiutano la prenotazione a quel famoso ristorante in cui solo una settimana ti riservavano il privè rifiutandolo a The Donald . Perché?....
Perché sei stronzo.

E adesso altri attori, camerieri, comparse e stagisti stanno raccontando di quella volta che gli hai offerto un caffè ma si capiva benissimo che volevi altro e l’umiliazione che per questo hanno patito.

Tuo fratello dice alla stampa che avete avuto un padre nazista e per questo motivo sei cresciuto stronzo, Kevin.

E se non ti chiami Kevin, non hai vinto un Oscar (2 per la precisione) e non hai un padre nazista, sei uno stronzo molestatore e basta.


E allora forse,  in un'epoca in cui una tizia diversamente famosa si lamenta sui social perché nel '95 un regista le ha toccato di striscio una tetta, allora,  senza nulla togliere allo psicodramma personale di qualcuno, mi tocca pure a me fare coming out.

Siamo tutti molestatori!!!!

Perché se il metro di giudizio morale è la volta in cui hai provato a baciare qualcuno/a e quello/a ti ha risposto "ma per piacere…. " allora, l'ergastolo, chi più chi meno, ce li meritiamo tutti.
Giulia-estate-85 si ricorda bene la sera in cui, inebriato di Coca & Luna piena ho tentato, di limonarla sul terrazzo di casa sua anche se sapevo di non avere chance perché a lei faceva sangue il bagnino di salvataggio.

Ora però so che Giulia-estate-85 potrà raccontare di quanto questo episodio l'abbia emotivamente scossa e di come la sua vita non sia stata più la stessa dopo quel terrazzo e quella Luna .

 

Che sia il caso di darsi una calmata tutti?

Forse davvero Kevin Spacey è una brutta persona ma non perché tanto tempo fa ci ha provato in una situazione in cui ci avremmo (ci abbiamo?...) provato tutti.

 

Non sarebbe male tornare alla sensatezza, per esempio banalmente ricordando che c'è una differenza tra molestia sessuale e avances cafona e se davvero per qualcuno questa distinzione non è ancora chiara, significa che abbiamo un grosso problema Houston.

 

Tentate limoni, siate "inappropriati" quanto basta e anche di più.  

Alle brutte tra una trentina d'anni avremo tutti una fedina pedinale da fare invidia a un narcotrafficante . 

Ma saremo in ottima compagnia e con qualche bel ricordo in più a rammentarci che non ci sono più le Lune piene di una volta.

 

In ogni caso, scusa Giulia-estate-85….

 

Ricerche

Novità più recenti

COSA LORO

Quelli che la…

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

La grande palla…

Contatti

Seguimi su: