FATTI NON PUGNETTE !!!

Pare che i 27 euronani si siano svegliati

e abbiano deciso di riformare il sistema di tassazione europeo per impedire ai Giganti del Web di pagare tasse ridicole a fronte di guadagni miliardari in Europa, dirottando gli utili in paradisi fiscali.

Si chiama Web Tax e giornali e televisioni opportunamente istruiti la stanno raccontando come la madre di tutte le tasse “gggiuste.

Non mi appassiona parlare di imposte e continuo a credere che il punto non sia aumentare le tasse (a chicchessia) ma bensì diminuirle (a tutti) facendo pagare il giusto laddove questo non accade.

Fa quindi ancora più rabbia avere la consapevolezza che la cosiddetta web tax sarà solo l’ennesima sola che questa Europa è in procinto di rifilarci, buona unicamente per accattivarsi gli elettori in campagna elettorale e rifare il trucco al senso di un percorso europeo nel quale sempre meno ci si appassiona e riconosce.
Mentre infatti si rilasciano roboanti dichiarazioni riguardo la Web Tax, i paesi dell’unione stanno portando avanti le trattive per l’adozione di un accordo di libero scambio con il Canada , il Ceta,  che impedirebbe di fatto di realizzare la tassazione sui profitti dei Giganti del Web.

IL Ceta, guarda un po’, già approvato dal Parlamento Europeo è in attesa della approvazione dei singoli parlamenti nazionali.

Il trattato, che dovrebbe servire a favorire lo scambio di merci e servizi (compreso quelli telematici), fra le altre cose istituisce un arbitrato  (Ics) che consente alle imprese dei paesi aderenti di promuovere cause ai governi locali qualora promulghino leggi che danneggino i loro interessi.
In sostanza le imprese che ritengono di essere danneggiate da una norma possono chiederne l’abolizione o in alternativa un risarcimento, si suppone miliardario, per i mancati profitti causati dalla legge.

Con il Ceta in vigore ai Giganti del Web basterebbe semplicemente avviare una causa, tramite le loro filiali in Canada, per chiedere il risarcimento e i paesi europei che avessero adottato la geniale Web tax, si troverebbero nella condizione scomoda di scegliere tra la figura da peracottai ( abrogazione della legge) o da fessi ( pagare come risarcimento i mancati utili delle aziende).
Fermare il Ceta si potrebbe  (in Italia ad esempio deve ancora essere discusso e votato ) ma sarebbe scomodo e probabilmente darebbe un dispiacere ai veri padroni del vapore.

Meglio perciò limitarsi alle dichiarazioni e fake news istituzionali.

Facendo finta di cambiare semplicemente perché in sostanza nulla cambi davvero.
.

Ricerche

Novità più recenti

COSA LORO

Quelli che la…

NON E' UN PAESE PER GIOVANI

La grande palla…

Contatti

Seguimi su: